WEDDING TEA PARTY

Pubblicato da il 29 feb 2016 in MATRIMONIO A TEMA

WEDDING TEA PARTY

I contenuti di un blog sono, per definizione, opera della blogger titolare. Ma mi risulta un tantinello difficile fare “all by myself”, quando sono l’interprete stessa di un contenuto. E così ho chiesto alla giovane e promettente Federica Fracassi, giornalista in erba, di scrivere il reportage del “Wedding Tea Party” al quale lei stessa ha partecipato… per simpatia (e ammirazione, afferma sua madre) nei miei confronti.
Grazie Fede!

PRIMA DELLA NOTTE DEGLI OSCAR, UN FILM ALL’ITALIANA
Matrimonio a tema. Che non significa scegliere un colore guida («Io voglio un matrimonio azzurro Tiffany!»), ma cercare un argomento sul quale declinare ogni dettaglio delle nozze. Per esempio: «Noi siamo entrambi appassionati di cinema. Che sceneggiatura potrebbe avere il nostro evento?». Già, perché creare un matrimonio a tema è come scrivere (con parole e immagini) la sceneggiatura di un film.

LA TRAMA
E così, prendendo spunto dall’appassionante lavoro di Cecilia Guidi, titolare de “I giardini del Thè”, in questo luogo speziato al centro di Pescara domenica 28 febbraio le wedding designer “La Signora degli Anelli”, assieme ad altri professionisti del settore matrimonio, hanno “firmato” il workshop WEDDING TEA PARTY. Ovvero, come trasformare un rito orientale in un evento chic da ricordare e far ricordare, ad amici e parenti.

IL CAST
Oltre alle due metà de “La Signora degli Anelli” (la “mente” creativa Loredana Ranni e il “braccio” operativo Luciana Reale), a coinvolgere il pubblico presente sono stati anche altri professionisti.
Come Valentina Angelucci, di “Petit Rose”, creatività allo stato puro (spesso fatta a mano) nelle bomboniere e negli allestimenti.
E come Massimiliano Venditti, “CaLù Fotografie”, che nei suoi reportage fotografici racconta – per immagini – l’amore degli sposi e la gioia della loro festa.
Daniela Ferrarini (consulente di viaggio per CartOrange), ha invece raccontato come un viaggio di nozze in Estremo Oriente possa essere magico e avveniristico al tempo stesso.
E la padrona di casa, Cecilia Guidi, si è prodotta in un menu nuziale non tanto “tè e biscotti alle 5 del pomeriggio”, quanto piuttosto “antipasto, primo, secondo e contorno” con una nota di tè verde, allo zenzero e…
Tra un confetto al tè e l’altro, insomma, il matrimonio a tema può avere il suo bel perché.

Federica Fracassi per “La Signora degli Anelli”