MATRIMONIO CON AMICI “PELOSI” E DOG SITTER

Pubblicato da il 28 ott 2015 in EVENTO

MATRIMONIO CON AMICI “PELOSI” E DOG SITTER

Chi, sposa o sposo, il giorno delle nozze lascerebbe a casa il suo migliore amico? Se poi questo amico ha quattro zampe, è peloso e scodinzola quando si sente a proprio agio, gli si può affidare anche un ruolo speciale. Ben istruito, per esempio, potrebbe portare le fedi. Oppure, se gli sposi hanno due cani – maschio e femmina – sempre ben istruiti potrebbero sfilare nel corteo verso l’altare come paggetto e damigella.

E come vedete l’estensione della partecipazione al matrimonio anche ai cani degli ospiti? Soprattutto se la festa è prevista in un luogo con spazi all’aperto, ma senza trasformare la location in un gioioso canile. Certo… prima che partano gli inviti, quelli canini compresi, è necessario verificare che la chiesa (o il comune) e la location del ricevimento siano “dog friendly”.

A questo punto, però, a maggior ragione si rende necessario il coinvolgimento di wedding dog sitter. Ed Elisa Guidarelli è la prima wedding dog sitter italiana (www.weddingdogsitter.com): si occupa degli ospiti a quattro zampe prima e durante le nozze.
Come lavora?

Pensiamo al cane (o ai cani) degli sposi. Inizia con un incontro conoscitivo qualche giorno prima dell’evento, al quale seguono il servizio di toilettatura, la scelta degli accessori e l’accompagnamento costante di un professionista. Che durante l’intero evento assiste il cane degli sposi, senza sconvolgere la sua routine quotidiana e senza stress.
Allontanate, però, l’idea di trasformare gli amici a quattro zampe in pupazzi: meglio evitare frac, veli, cappellu, collane… perché devono essere sì eleganti, ma non ridicoli.